Le Scuole in Rete: attivitą coperativa delle scuole dello ZIC

Sito delle Scuole in rete: www.zicchete.it
E-mail: zicchete@zicchete.it

Zicchete News il giornale Web delle Scuole in Rete

Web Giornale delle Scuole in Rete

Il logo dello Zic - Istituto Comprensivo di Zanica

Sito dello Zic: www.iczanica.gov.it

Numero di MAGGIO 2008
La redazione è composta da alunni della scuola primaria di Comun Nuovo e della scuola secondaria di I grado di Zanica
mail: zicchetenews@zicchetenews.it

Il logo del gruppo dei Predatori della rete

Gli articoli del gruppo Predatori della rete

I Sonohra

I Lost

Il mistero delle ciabatte perdute

Beowulf

I motorini

 

La festa delle scuole in rete del 3 giugno 2008

Divertimento assicurato per tutti gli alunni dello Zicchete.

Zicchete - le scuole in rete organizzano una festa che si terrà il giorno 3 giugno 2008 alla scuola primaria di Comun Nuovo.
I gruppi di Zanica partiranno con il pullman alle ore 9.30 circa e il ritorno è previsto per le ore 12.00.   I gruppi che vi partecipano sono tre:
•  Il gruppo dei "Netmagic" accompagnato dal professor Maffini,
•  Il gruppo dei "Predatori della rete" accompagnato dal prof. Barone e
•  Il gruppo dei "Dragonschool" accompagnato dalla professoressa Gelpi.
 
Alla festa ci saranno molti giochi di diversi tipi che si svolgeranno in palestra.
Negli anni precedenti la festa è stata svolta nella scuola secondaria di Zanica.
Questa festa è un momento dove si trova sfogo perché, avendo la musica, si può pure ballare e scatenarci come meglio si vuole.
I ragazzi coinvolti in questo evento sono 62 e i docenti sono 3, uno per ogni gruppo.
Le classi che parteciperanno sono le prime e le terze della scuola media di Zanica; le classi 5° della scuola primaria di Comun Nuovo.
Dopo i giochi abbuffata conviviale ed alle ore 12 circa purtroppo si torna ognuno nella propria classe .
Per maggiori informazioni visitate il sito dello zicchete – festa:
www.zicchete.it/festa/festa.htm

Andrea e Filippo

Torna all'indice degli articoli del gruppo


Casa di cecilia

Casa dedicata a una bambina morta di meningite

La casa di Cecilia è stata progettata in Balaka (situata al sud del Malawi), in questo paese ci sono molti problemi economici, e questa casa è più dedicata ai bambini che ai giovani, nel cui interno ci sono biblioteche, giochi e campi sportivi.
I giochi che fanno sono sia tradizionali che futuri, ad esempio il calcio e il netball sono giochi di squadra e i bambini li trovano molto divertenti.
Inoltre amano il disegno, ma per mancanza di materiale non riescono a praticarlo.

Si danza a Casa di cecilia

La cultura è molto sviluppata nel canto e nel ballo; questa iniziativa vuol mantiene viva la loro cultura, nonostante si stia per perdere certe tradizioni.
Le attività manuali si svolgono con materiale riciclato come fili di ferro, foglie, argilla, semi , ecc…

Si ascolta e si impara a casa di Cecilia

I racconti vengono narrati da un educatore ai bambini dell'asilo e possono appartenere alla mitologia del luogo, inventate o tratte da letture.
Adesso scriviamo un po' della bamibina a cui è dedicata la casa, Cecilia.
E' nata l'11 marzo 2005. I suoi genitori non sentivano tanta felicità come quel giorno dopo 20 anni di matrimonio. Questa bella bambina fu battezzata il 5 giugno nella chiesa di Zanica.
I genitori descrivono la bimba in modo straordinario.

Cecilia

Cecilia purtroppo è morta di meningite il 23 aprile 2006; per i genitori è stata un dolore perderla dopo un'attesa così lunga…
Paola e Dario (i genitori di Cecilia) ringraziano tutti coloro che gli sono stati vicini.
Ma la storia non finisce qua... hanno avuto un'altra bambina di nome Agnese un altro giorno felice per tutti.
Le informazioni sono sul sito:

  http://xoomer.alice.it/acasadicecilia/

Chiara & Alessia

Torna all'indice degli articoli del gruppo


La compagnia teatrale il Gioppino

Spettacoli ed esibizioni bergamasche

La compagnia teatrale "Il Gioppino" fa spettacoli teatrali-comici e musical in bergamasco nel cinema teatro nuovo di Zanica.
Quest' anno la compagnia festeggia il decennale e replica tutti gli spettacoli.
•  Venerdì 23 maggio a Zanica:l’è tot u manicomio, h 21.00
•  Sabato 24 maggio a Zanica: l’è tot u manicomio, h 21.00
•  Domenica 1 giunio a M.te castello   di Vibio:renzo e lucia,h 21.00.
E per altre informazioni sulle date e sui costi visitate il sito:
www.teatrodelgioppino.it
o mandate un e-mail a:
gioppino@teatrodelgioppino.it

  Il Gioppino

  Ecco un attore di: persona filsa de codeghì.
Il registra delle commedie è il signor Dettamanti Fabrizio.   Le commedie sono:

•  Renzo e Lucia
•  L'è tot u manicomio
•  Noter de bèrghem in del far west
•  Per ona filsa de codeghì
•  Vacanse a Malpaga
•  Nedàl in del bòsch (commedia natalizia, esclusa dal decennale)

Compagnia stabile Il teatro del Gioppino

Ecco un intervista a un attore della compagnia:
- Come ti senti mentre reciti?
"E' sempre una sensazione bellissima, mi emoziono un po' ma non faccio brutte figure".
-Quale commedia ti piace di più?
"Renzo e Lucia è la migliore ".
-Perche?
"Beh, è divertente, allegra, comica… beh è bella" .
-A quali spettacoli hai partecipato?
" A tutti tranne Renzo e Lucia ".
-Impieghi molto tempo a imparare le battute?
"Un po', dipende ".
Vi consigliamo di andare a vedere tutte le commedie perché sono semplicemente stupende

Sara e Gabriele

Torna all'indice degli articoli del gruppo


Cascina Bassanella a Treviglio

la vita dei cavalli

Martedì 22 aprile le classi prime delle medie di Zanica sono andate alla cascina Bassanella a Treviglio.
Siamo arrivati alle ore 9:30 e ci hanno accolto 2 guide, ci hanno fatto sedere sul fieno e ci hanno spiegato la vita dei cavalli. Hanno fatto uscire un cavallo che si chiama nonno Jambo che aveva 23 anni. Siamo stati divisi in 2 gruppi: un gruppo   è andato ad accarezzare il nonno Jambo, mentre gli   altri sono andati nella stalla a carezzare le cavalle e i puledri.
Dopo abbiamo fatto la merenda e prima di salire sul pullman ci hanno fatto sedere di nuovo sul fieno per spiegarci che cosa mangiano i cavalli. I cavalli mangiano le carrube una specie di cereali e ce li hanno fatto assaggiare. Siccome il nostro compagno ha portato il pallone ci siamo divertiti ha giocare a calcio. Prima di tornare a scuola ci siamo salutati e siamo saliti sul pullman.
Ci siamo divertiti tantissimo e abbiamo imparato molte nuove cose sulla vita dei cavalli.

Cavallo

Alamdar e Daniele

Torna all'indice degli articoli del gruppo


 

I Sonorha

Una nuova band emergente

In origine erano conosciuti come Domino, ma ora sono famosi con il nome Sonohra.

I Sonohra

I due cantautori sono Diego e Luca Fanello, due fratelli. Luca è nato il 27 febbraio 1982, mentre Diego il 27 novembre 1986, tutti e due a Verona.
Luca scrive i testi delle loro canzoni insieme al produttore Roberto Tini, mentre Diego si occupa di musiche e arrangiamenti. La loro prima canzone fu "come tu mi vuoi".
Dopo molti spettacoli live, i sonohra vengono selezionati per partecipare al festival di Sanremo 2008 nella sezione giovani con la canzone "Lamore", che si classifica al primo posto. Il 29 febbraio 2008 è stato pubblicato il loro primo album "liberi da sempre".
Il loro nome – sonohra – si pronuncia rapidamente e assume il significato di suono ora, rimanda al concetto della musica senza discriminazioni, si chiama sonora anche il deserto che confina con lo stato della California.
Nonostante la giovane età, i componenti del gruppo hanno maturato un approfondito livello qualitativo della composizione: la loro musica riesce a conciliare il linguaggio rock con le più recenti tendenze della musica british, musicando – senza mai perdere credibilità – testi in lingua italiana.

I Sonohra

Dopo varie settimane dalla vittoria della categoria giovani di Sanremo, il loro album è 30° in classifica, il loro brano è 10° fra i più scaricati dalla rete, e poi 400 mila contatti su YouTube, 152 mila su MySpace, il loro sito supervisitato… merito della fortunatissima hit L'amore, un brano pop-rock melodico cantato a due voci e suonato con la chitarra acustica come sul palco dell'Ariston.
Dopo la grande vittoria, i due fratelli sono subito partiti per il tour per presentare il loro album.
L'album contiene 11 tracce tra cui L'amore che racconta un legame a distanza fra un ragazzo e una ragazza, brani che parlano d'amore, di ecologia, della velocità dei tempi moderni, dei ricordi di amici o di volti amati ormai scomparsi.
Diego, il più giovane dei due, ha scritto in pochi mesi le musiche, invece Luca, il maggiore, ha scritto tutti i testi.
Sono molto bravi questi due veronesi… e anche molto carini!
Vi consigliamo di ascoltarli perché sono molto bravi.

Isabelle & Paola

Torna all'indice degli articoli del gruppo


I Lost

La loro storia

I Lost

I Lost

I Lost sono un gruppo musicale italiano pop rock formatosi nel 2003 e proveniente dalla provincia di Vicenza . Il nome è dovuto alla sua semplicità e ad un adesivo sulla prima chitarra del chitarrista Roberto Visentin.
Nel 2006 alcune incomprensioni con Matthew   Miller fanno arrivare al basso Luca Donazzan. La pubblicazione della prima demo "My (?)" riscuote un buon successo nel canale mediatico.   Nell'estate 2007 il gruppo si iscrive al "Cornetto Free Music Audition" e viene selezionato per la diretta del programma musicale "TRL Extra Live" di Bari . Grazie a questa grande manifestazione e alla registrazione del videoclip "Oggi", vengono notati dall'etichetta discografica Carosello Records che nel settembre 2007 propone un contratto alla band.
A fine anno i Lost vengono nominati come il miglior gruppo "riempipiazza 2007" italiana di TRL, a fianco di illustri artisti italiani e internazionali. Con il nuovo anno la band pubblica il secondo singolo "Tra pioggia e nuvole", sempre promosso da TRL. Il 25 gennaio 2008 viene inoltre pubblicato il loro primo album " XD ", nome che rappresenta un omaggio al web dove la band è cresciuta.
I primi lavori rispecchiano a pieno i canoni musicali di quegli anni ’70. Con il passare degli anni cercano di maturare un suono più personale: rispolverando vecchi cd dei genitori scoprono gruppi con tipiche sonorità rock degli anni 70. Quello che colpisce la band è l'energia e   la carica che quei gruppi volevano trasmettere con le loro canzoni. Con la pubblicazione di "XD" dimostrano che l'ispirazione musicale è cambiata, portando il loro genere dal pop punk, ad un'attitudine pop rock. I Lost, nati per gioco, per scherzo, ma soprattutto per cercare di portare un genere sottovalutato, per qualche motivo disprezzato e non di moda in Italia.  
La band lavorava a marce ingranate, le idee c'erano, i suoni anche e gli elementi andavano pienamente d'accordo sul tema. La musica piaceva sì, ma non potevano mancare le critiche da parte di molte persone e molti gruppi. Tutti nella band presero i commenti di striscio pensando a fare solo la propria musica. La band cominciò a far concerti, e uno in particolare, il carraflive, permise alla band di partecipare a uno dei concerti più grandi nella zona, il Punkarrò. Intanto c'era aria di cambiamento, i pezzi cambiarono, e così si decise di riprendere in mano il vecchio materiale per sistemarlo. Il vecchio demo diventò una specie di traccia, le canzoni in realtà erano molto diverse, più mature. Nel frattempo Roberto prese il posto di Matteo nel cantare, affiancando Walter. A Gennaio 2005 i Lost, mandarono a mixare in studio le loro nuove canzoni, dopo averle registrate in stanza. La band non finiva di produrre materiale. Nel frattempo il cd venne ultimato. Il titolo sarebbe stato : "Sweet memories to still believe" (di prossima uscita). L'uscita del cd però non distolse la band nel creare nuove canzoni. La band è maturata: vuole e trova un suono più ricercato, più preciso, più diretto e alternativo.
La voglia di suonare dal vivo, e altri motivi portano Walter e Roberto a suonare LIVE in acustico. Le canzoni hanno tutto un'altro timbro, ma piacciono, per questo non smetteranno di suonare.
Walter Fontana 1/2/1986 Schio (Vi)
Luca Donazzan 1/1/1987 Vicenza
Roberto Visentin 12/1/1988 Thiene (Vi)
Giulio dalla Stella 20/4/1989 Thiene (Vi)
Si decide di cambiare l´impronta musicale e di passare dal pop punk al power pop.
Il secondo singolo è stato presentato durante la puntata di Natale di TRL, si intitola "Tra pioggia e nuvole" e fa da apripista al primo album dei Lost, "XD", che verrà presentato durante l'XD Tour, che poi   porterà la band in giro per l'Italia.

Alessandra & Jessica

Torna all'indice degli articoli del gruppo


Il mistero delle ciabatte perdute

(doppiaggio by Basha e Matteo) in collaborazione con Coka cola

Nella scuola media di Zanica recentemente avvengono fatti strani che riportano alla memoria la sparizione dei 400 euro del prof Ferla. Si pensava che fosse stato il topolino dei denti che per dare soldi ai bambini dai denti d'oro rubava i soldi e gli oggetti di valore presenti nella scuola.
Tutto questo ragionamento del topolino è stato smontato dallo scienziato italiano Luca Giurato (mattino 1) confermando che il topolino non esiste e che probabilmente era stata la fatina cattiva dei denti cariati. Ma adesso ciancio alle bande; questa era solo una breve introduzione dei misteriosi   avvenimenti che avvengono all'interno della scuola media.
Il 16 aprile 2008 un nostro compagno di classe ha scoperto a suo mal grado che gli erano state rubate le ciabatte con cui si faceva la doccia negli spogliatoi della palestra della scuola. Sono state subito chiamate le autorità locali: il capo sergente Sherlock Spallino Holmes e il rappresentante bidello Kazim Abtoushalla Babà (qui sotto la sua foto mentre si diverte con i suoi amici)

bidello kazim abtoushalla babà

questi al termine di lunghe indagini durate all'incirca 20 secondi non sono riusciti a venirne a capo ed ancora   il mistero rimane irrisolto. La dirigente scolastica furibonda ha preso un professore l'ha lanciato fuori dalla finestra. Successivamente gli ha ordinato di chiamare di chiamare la C.I.A. che avevano un debito con la dirigente visto che li aveva salvato la vita molte volte visto che prima di diventare preside lavorava alla C.I.A. ma questa è un'altra storia. Comunque essi appena sono arrivati hanno riconosciuto la vera identità del bidello e lo hanno subito arrestato e sono andati via senza risolvere il mistero. A quel punto non restava altro che chiudere la scuola per fare una disinfestazione per riuscire a catturare il responsabile. Dopo 19 millesimi di secondo di disinfestazione trovarono colpevole che era………………… i puntini di suspense……………………………. Nessuno."
CI SIETE RIMASTI MALE VERO? BE…………..A NOI NON CI INTERESSA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ps: le ciabatte sono state ritrovate dopo averne comprato un nuovo paio

ciabatte

il colpevole non era altro che……………………tu! Cosa vieni a rubare le ciabatte!?!

Simone e Matteo

Torna all'indice degli articoli del gruppo


Beowulf

Beowulf è l'eroe di una tribù germanica della Svezia meridionale chiamata Geati, che libera il re della Danimarca da un terribile mostro.
Il poema si apre con la costruzione di un'immensa dimora per ordine del re danese Hrothgar a Heorot, il "Cervo". La splendida reggia attira l'attenzione di Grendel, un "vagabondo delle marche", un mostro gigantesco e sanguinario il cui aspetto viene descritto sempre indirettamente e a tratti, probabilmente un Troll della mitologia nordica. Dopo aver studiato la vita nella reggia dall'esterno per qualche tempo, Grendel prende a far visita al Cervo ogni notte, uccidendo molte persone a ogni suo passaggio.        

  La prima pagina di Beowulf                     

Il manoscritto in cui fu ritrovato è generalmente datato intorno all'anno 1000. Insieme al Beowulf, il manoscritto conservato al British Museum raccoglie altre opere di epoche diverse, accomunate dalla presenza di mostri e creature fantastiche. La trascrizione del manoscritto è opera di due scribi. Il manoscritto appartenne a Lawrence Nowell nel XVI secolo (ed è per questo noto anche come "Codice Nowell"); passò in seguito a Robert Bruce Cotton nel XVII secolo, e fu danneggiato da un incendio della Cottonian Library nel 1731.

Beowulf

Ora avanti con la storia!   In soccorso al disperato re danese arriva Beowulf, nipote del re dei Geati (i Goti che abitavano, probabilmente, la Svezia meridionale). Anche dell'aspetto di Beowulf non si sa molto; certamente si tratta di un uomo molto giovane, fisicamente "eccessivo" (dotato di una statura e di una forza sovraumane, che lo fanno spesso apparire simile a quei giganti che la mitologia nordica ritrae sempre come ostili e pericolosi).
Beowulf decide di affrontare Grendel a mani nude, e in un terribile combattimento riesce a strappare un braccio all'Orco e causarne la morte.
I festeggiamenti al Cervo sono appena iniziati quando, la notte successiva, il palazzo viene visitato da una creatura altrettanto sanguinaria, la madre di Grendel; rappresentata come una donna mostruosa e gigantesca, che abita in una dimora subacquea nascosta nei paludosi e nebbiosi acquitrini di una "marca" remota e inquietante. Beowulf offrirà ancora il suo sostegno al re e si recherà, in una sorta di simbolica discesa agli inferi, a incontrare l'Orchessa, riuscendo ancora vittorioso.
In una subitanea accelerazione della narrazione, Beowulf, tornato in patria, diventa re dei Goti, e regna pacificamente per 50 anni. Il suo regno viene però aggredito da un nuovo mostro, questa volta un drago. La rappresentazione del drago di Beowulf rappresenta un esempio canonico a cui si è certamente ispirata molta letteratura successiva, anche contemporanea (si pensi ai draghi di Tolkin): il drago di Beowulf è una serpe alata e volante; sputa fiamme e custodisce un antico tesoro. Già anziano, Beowulf affronta il drago per proteggere il proprio regno; pur riuscendo a ucciderlo, morirà anch'egli nello scontro (come Thor è destinato a morire uccidendo il gigantesco serpente d'acqua).

Guglielmo e Doris

Torna all'indice degli articoli del gruppo


I motorini

Vespa

La vespa è uno storico modello di motociclo della piaggio, realizzato il   23/04/1946 su progetto dell'ingegneria aeronautica Corradino d'Ascanio.
Il nome è diventato famoso dal fondatore della piaggio alla visita dei nuovi progetti; lo stile richiama alla memoria l'insetto con le antenne e il corpo tondeggiante.
La vespa è stata il primo impulso alla motorizzazione di massa in Italia, prima ancora dell'altra grande protagonista la fiat 500.
Con questo modello si inaugura la caratteristica della posizione di guida con le gambe non più separate dal Serbatoio e appoggiate su una larga pedana posizionata dietro lo scudo di protezione, caratteristica normale negli scooter odierni.
Nonostante lo correre degli anni, vespa rimane uno degli esempi di design industriale più riuscito al mondo.
L'unico rivale degno di nota è stato la Lambretta, della innocenti. IL GOVERNO INTERVIENE SULLA CONFISCA dei MOTORINI, MA SOLO PER DARE Più' TEMPO AI PREFETTI PER CONFISCA.
  Firenze, 7 ottobre 2006. Intervenendo sul Codice della strada, il Governo ha perso un'altra buona occasione per porre rimedio ad una normativa ingiusta e inapplicabile ) , preoccupandosi solamente di rattopparla . Con il decreto legge del 3 ottobre 2006 n. 262 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 230 del 3 ottobre 2006, sono state infatti introdotte alcune modifiche alla normativa che prevede la confisca dei ciclomotori. Tra queste, viene eliminata la confisca per chi circola con ciclomotori truccati, e viene esteso il fermo amministrativo da 30 a 60 giorni per chi non e' alla guida in posizione corretta, alza la ruota anteriore, o trasporta animali o cose in maniera irregolare.
Poiché il decreto non e' andato a modificare l'articolo 213 del Codice della Strada che commina la confisca per tutte le violazioni che prevedono il fermo amministrativo, ne consegue che i ciclomotori continueranno ad essere confiscati (eccetto per la circolazione con motorino truccato). L'unica differenza e' che lo sfortunato proprietario che si vede portar via per sempre il proprio mezzo, sarà soggetto a fermo amministrativo per 60 giorni invece di 30, prima che intervenga il provvedimento di confisca. In altre parole, per i proprietari delle due ruote rimane immutato il rischio di confisca.

Dionisie e Rael

Torna all'indice degli articoli del gruppo


  Il nostro gioco preferito

Violenza o divertimento?

G.t.a. San Andreas è un gioco molto violento pensato per un pubblico adulto.
Ambientato nello stato immaginario di San Andreas, GTA mette il giocatore nei panni di Carl Johnson, un piccolo malavitoso di colore, da poco ritornato nella sua città natale a causa dell'omicidio della madre, uccisa da una gang rivale.
Il gioco è caratterizzato dall'abbigliamento, dai gesti, dal linguaggio volgare e violento delle "bande" dei bassifondi di una metropoli californiana. Il tutto reso in maniera così realistica da obbligare il distributore del gioco a inserire sulla copertina della confezione i bollini relativi alla fascia d'età consigliata, maggiori di 18 anni, e alle scene di violenza animata.
Ovviamente noi non dovremmo giocarci, ma visto che le cose proibite ci attirano, ci giochiamo ancora di più!
Per procedere nel gioco bisogna portare a termine molte missioni.
Le missioni di GTA San Andreas si suddividono tra missioni di guida in giro per San Andreas e missioni in cui si deve uccidere qualcuno o pilotare aerei o elicotteri. Ma non mancano missioni divertenti, oppure veri e proprio sottogiochi.
CJ può guidare molte auto e moto, assieme a un sacco di aerei, mezzi agricoli, camion con rimorchi e la nuova e divertentissima bicicletta BMX. Addirittura sono state inserite delle scuole di guida per auto, moto, barche e aerei, per far sì che Carl si trovi un po' più a suo agio in mezzo al traffico.
Tra i sottogiochi si può giocare a basket, sostituire i graffiti avversari con quelli della propria banda e c'è persino un campo per eseguire le proprie acrobazie con la BMX. Inoltre, guadagnando punti come guidatore, si può partecipare a delle gare nei diversi stadi collocati per San Andreas, dove ci si può sfidare in sfide di velocità o Death Match con le auto.
Bisogna poi rubare macchine e armi da fuoco come lanciarazzi, molotov, pistole silenziate, mitra e revolver.
Fra le missioni che abbiamo affrontato ci è piaciuta molto la "missione taxi e ambulanza": porti in giro per la città le persone oppure soccorri uomini malati e feriti. Molto divertente è anche la "missione pompiere", nella quale giri col camion dei pompieri a spegnere gli incendi.
Per la città, il protagonista può trovare "il bastone della nonna" e sul carretto da golf la mazza da golf per picchiare la gente, sulla macchina della polizia il fucile a pompa per sparare a chi ti vuole assassinare.
Dopo aver compiuto un sacco di cattive azioni, di pestaggi e di assassinii puoi arrivare ad avere sei stelline che significano che sei un super ricercato: insomma per concludere il gioco bisogna completare le missioni che consistono soprattutto nell'uccidere gli altri.

Gioco

Noi, nonostante le critiche che questo gioco ha ricevuto per la sua violenza, lo troviamo molto divertente e bello!            

Alessio e Lorenzo

Torna all'indice degli articoli del gruppo


Le produzioni Walt Disney  

….. e   Disney Channel"

Walt Disney, è stato un regista d'animazione e un produttore cinematografico statunitense. Ha studiato grafica pubblicitaria e si è dedicato al cinema di animazione, dopo   aver fondato un casa di produzione nel 1920. Da lì, è incominciata la sua grande carriera, che lo ha fatto diventare il regista più famoso del mondo, amato da bambini, ragazzi e perfino adulti. I suoi film a cartoni animati e non solo, le produzioni cinematografiche che dal lontano inizio del ’900 si sono susseguite fino ai giorni nostri, hanno dato vita a una emittente televisiva che propone quasi unicamente prodotti "Disney": Disney Channel. Questo canale televisivo satellitare, ha un suo logo e una grafica che lo differenziano da qualsiasi altro.
Disney   Channel trasmette serie originali di successo come "That's so Raven", un telefilm che ha per protagonista una ragazza, Raven appunto,che ha poteri paranormali e prevede il futuro. Questa è al momento la serie Disney più seguita di tutti i tempi.
Un'altra serie che ci piace molto e che seguiamo sempre è "Zack e Cody al Grand Hotel". Zack e Cody sono due gemelli di circa tredici anni che abitano in un hotel insieme alla famiglia e vivono avventure divertenti, mettendosi spesso nei guai.
Disney Channel oltre   a trasmettere film non prodotti dalla Disney, manda in onda anche pellicole prodotte proprio dal canale stesso.
Quello che in tutti questi anni ha avuto un grande successo di pubblico è High School Musical 1 e 2 insieme a Jump In.
Disney Channel viene trasmesso dalla piattaforma SKY e in sua "compagnia" passiamo molte ore della giornata, divertendoci soprattutto con   il film di High School Musical che è il nostro preferito.
Mentre seguiamo le prodezze dei protagonisti, anche Lorena ed io ci scateniamo nel ballo, nel canto e ci divertiamo un sacco.

Laura e Lorena

Disney Channel

  Torna all'indice degli articoli del gruppo


Vanessa Hudgens

Un'attrice molto carina

Vanessa Hudgens ha diciannove anni ed è la protagonista   di High School   Musical 1 e 2, ma lo sarà anche del terzo episodio che, abbiamo letto,   hanno   incominciato a girare e uscirà nei cinema a fine anno. Nei film interpreta il ruolo di Gabriella.
Vanessa è nata e cresciuta a Salinas, California, in una famiglia di musicisti; dal suo esordio a otto anni, ha già partecipato al musical Evita e ad altri, dimostrando di avere anche doti di cantante. Infatti ha registrato anche degli album musicali e ha organizzato dei tour per presentare nei concerti il suo album "V" e il singolo   "Come Back To Me".
Nella vita reale, Vanessa è fidanzata con Zac Efron che è anche suo collega nel film H.S.M.: si dice che durante le riprese,   i due non abbiano avuto nessun problema a fare la parte dei due fidanzatini.
Come spesso accade ai giovani attori che raggiungono il successo, anche Vanessa, probabilmente pensando di aumentare la sua popolarità, ha posato per delle fotografie così dette "senza veli". Ciò però le ha fatto rischiare di perdere la possibilità di interpretare il ruolo di Gabriella nella terza ripresa di High School Musical, poiché la Disney inizialmente non aveva gradito la pubblicazione   delle fotografie.
Il contratto per il terzo film poi è stato firmato e dicono sarebbe piuttosto "sostanzioso" in termini di guadagno.
Abbiamo letto su una rivista dedicata ai personaggi di High School che   la famosa rivista "Forbes" ha stilato la classifica dei teen-ager hollywoodiani più ricchi, e ha inserito questa "ragazzina" fra i primi. Il giornale ha stimato che i suoi guadagni settimanali ammonterebbero a due milioni di dollari, una cifra che noi non riusciamo nemmeno a immaginare!
Ma sarà tutto vero? Chi lo sa!
Quello che sappiamo è che questa ragazza ci è molto simpatica,   è molto bella,   si veste come a me, Martina, piacerebbe, ma soprattutto, da come appare nei film che interpreta e da quello che abbiamo sentito dal suo album, è molto brava a recitare, cantare e ballare.

Vanessa Hudgens

Martina e Gianluca

  Torna all'indice degli articoli del gruppo


I record del mondo

Un libro pieno di curiosità

Il Guinness World Records 2008 è un libro edito annualmente e dal 1955 raccoglie tutti i record del mondo, da quelli naturali a quelli umani, a quelli più originali.
Sebbene non esista alcun riconoscimento ufficiale che il libro e chi lo scrive siano i giudici universali per ogni tipo di record, la fama che il libro ha assunto nel corso degli anni, lo rende uno strumento affidabile per chi ama conoscere i record.
Dal 1955, quando fu pubblicata la prima edizione del libro, alcuni record non sono ancora cambiati. Fra questi: l'eclissi solare più lunga, il campione mondiale dei pesi massimi di pugilato in carica più a lungo, la diga di cemento più grande, il disco più venduto, il più grande edificio per uffici e lo stadio più grande.
Il libro ha anche una versione televisiva: in ben trentacinque paesi sono stati creati programmi ispirati a esso. Da noi, quest'anno è stato mandato in onda sulla rete Mediaset, Canale 5.
Proprio dalla visione del programma e dalla lettura del libro che abbiamo subito comprato, vi vogliamo proporre alcuni dei "records" che ci hanno particolarmente impressionato.
L'uomo più grasso del mondo   è Manuel Uribe: pesa 560 kg, abita in Messico e dorme sul   cassone di un camion.
Il più grande schermo al plasma è stato presentato a Las Vegas da Panasonic: un prototipo di schermo da 103 pollici, cioè   lungo più di 2,06 metri, al costo di 70.000 dollari.
Il calciatore più vecchio del mondo è Tèrcio Mariano de Razende: gioca regolarmente in una squadra di calcio in Brasile ed è un attaccante di ottantasette anni.
Il più grosso gasteropode di terra, conosciuto come la lumaca più grande del mondo , è lunga 39,3 cm,   pesa 900 grammi e il suo guscio e lungo 27,3 cm.
Il monster Truck più grande del mondo , è il   Bigfoot 5, pesa 17.765 kg e i suoi pneumatici misurano 3 metri di diametro.
Ce ne sarebbero molti altri di record strani da citare, questi sono solo alcuni!
Quando ci incontreremo per la festa, se qualcuno sarà interessato, potremo sfogliare insieme questo libro tanto curioso.

Guinness

Andrea D. e Davide Be.

Torna all'indice degli articoli del gruppo